30 anni di softball Reggiano 1973 - 2006

on .

story 01Il Softball arriva a Reggio Emilia intorno ai primi anni settanta, ed è la Società polisportiva “La Torre” a cogliere la proposta delle fidanzate dei giocatori dell’allora Reggio Baseball. Nel 1972 la Società acquista uno stock di mazze e guantoni e l’attività comincia sotto la direzione tecnica di Giovanni Pizzarotti. Presidente della Società diviene Fabrizio Carmeli, sponsor è l’autosalone Castellani. La squadra diviene competitiva nel 1973, lanciandosi nel campionato di serie C, dove conquista il secondo posto. Le prime atlete reggiane sono state: Ida Vernillio, Fulvia Scubogna, Angela Conti, Patrizia Pecorari, Anna Marzi, Manuela Boretti, Silvana Berzetti, Loredana Bolsi, Maura Rovacchi, Silvia Griffi, Marzia Guidetti, Deanna Prampolini e Patrizia Tommaselli. Nel 1974 però le ragazze continuano gli allenamenti ma non partecipano al campionato. L’anno successivo la squadra si scioglie.
Nel 1980 alcune ragazze reggiane ricostituiscono una Società, il presidente Carmeli riparte con un nuovo gruppo di dirigenti: Gianfranco Marchi, Giorgio Caselli e Vannuccia Piccinini. Gli allenatori provengono dal baseball: Sergio Piccinini e Remo Costi. La nuova squadra si compone di: Monica Marchi, Vivetta Fiaccadori, Monica Vacondio, Cristina Cattabiani, Cristina Ferrari, Liliana Bedogni, Grazia Gianmarino, Clara e Rachele Lasagni, e partecipa al campionato dell’allora serie B (corrispondente alla serie C precedente). Manca l’appoggio finanziario e le ragazze acquistano anche le proprie divise.
Nel 1981 arriva lo sponsor la Sit Remetel, allenatore per la stagione viene riconfermato Sergio Piccinini, nella dirigenza si inserisce Luca Gasparini. Tra le atlete reclutate appare anche una ragazza americana, Mary Roberts, approdata a Reggio Emilia per motivi di studio. Alle atlete si aggiungono: Giulia Gazzotti, Rita Morelli, Giuliana Galeotti, Claudia Bedogni, Simona Bonini, Tania Cosatti, Stefania Rabotti, Roberta Bassi, Silvia Zinani e Cristina Casali. Di fronte al Sit Remetel Reggio Softball si schierano la Vigor Mantova, il Lubiana Parma, gli Hawks Bologna ed il Collecchio (Pr).
Nel 1982 Gianfranco Marchi succede a Carmeli quale presidente, e all’allenatore Piccinini si affianca Roberto Cerioli. Casteldebole (Bo), Collecchio (Pr), Sassomarconi (Bo), Casalecchio (Bo), sono le avversarie del girone. Il collettivo viene ora sponsorizzato dalla Regginflex. A Marchi, Vacondio, Lasagni, Gianmarino, Gazzotti, Fiaccadori, Bedogni, Morelli, Zinani e Bonini si affiancano: Cristina Leoni, Daniela Cervi, RitaEnrica Montanari, Paola Meneghetti, Cristina Casali, Laura Fieni, Patrizia Quagliotti. In campionato il Reggio si classifica al terzo posto.

story 02L’anno 1983, riconfermato sia lo sponsor Regginflex, che Piccinini alla guida della squadra che affronta Casteldebole, Collecchio, Sasso Marconi, Pianoro (Bo), il Pontelungo e il Sorbolo (Pr). Il risultato finale in campionato è un quarto posto. Nel torneo di Coppa Emilia si scontrano con il Ghirlandina Modena, il Parma S.C., il Pontelungo, e il Torre Pedrera.
Nel corso della stagione 1983 non vi sono variazioni nell’organico della Società, ma a campionato già iniziato si affianca a Piccinini come aiuto allenatore Alberto Consolini. Il collettivo registra con le altre la presenza di M.Grazia Canovi, Valeria Bondi, Simonetta Luciani, M.Elena Castellari, Marzia Perin, Annalisa Bigi, Silvia Fiori, Annalisa Artoni, Raffaella Fornaciari.
Il 1984 vede la Regginflex Reggio Softball piazzarsi al penultimo posto nel campionato di serie B. Avversarie: il Sala Baganza (Pr), il Castelbolognese, il Casalecchio, il Ghirlandina, il Lubiana (Pr) e lo Spocci (Pr). Alla guida della squadra quest’anno vi è Remo Costi, ma il periodo nero continua. Si uniscono alle atlete dell’anno precedente: Rita Villani, Carla Gasperotti, Alessandra Sazzi, Sandra Rainieri, Raffaella Bonetti, Francesca Barigazzi, Francesca Lumetti, Angela Ferrari, Simonetta Betti ed Elisa Bottazzi.

story 03Nel 1985 arriva un nuovo sponsor, la Cierrepi Cooperativa Reggiana Pulizie, e la Società reggiana cambia anche denominazione divenendo Green Apples S.C. A livello dirigenziale entra Titti Curatolo, riconfermati Marchi e Caselli. Riconfermato anche l’allenatore Remo Costi, le avversarie sono: S. Pancrazio (Bo), Castelmaggiore (Bo), Cento (Fe), Forlì, Faenza (Ra), Sassomarconi e Bologna. Alle solite protagoniste si aggiungono: Giovanna Aicardi, Antonella Denisco, Sandra Fantuzzi e Graziana Galeotti. E la stagione si conclude col conseguimento del terzo posto. Il 1985 segna l’iscrizione al primo campionato juniores, divengono giocatrici: Baldi Francesca, Simona Catellani, Anna Cigarini, Cecilia Davoli, Marilena Bigi, Luisa Guatteri, Lorena Lanzoni, Pamela Manfredini, Annamaria Manzini, Giorgia Manzini, Emanuela Mazzieri, Cristina Paterlini, Lisa Pergetti, Luisa Poppi, Susanna Riva, Lara Tirelli, Silvia Vignocchi, e da Bologna arriva la lanciatrice senior Virna Zini.
Finalmente nel 1986 arriva la meritata promozione in serie C1. La panchina a disposizione di Remo Costi è rafforzata dalle ragazze: Marianna Antonini, Giovanna Bar, Simona Beltrami, Isabella Caneva, Marcella Domeniconi, Paola Mazzieri, Camilla Mazzolani, Valentina Scolari, Roberta Vezzani.
Il 1987 vede cambiamenti anche nella dirigenza, Titti Curatolo diviene presidente, Remo Costi vice, per la prima volta si affianca alla squadra un giornalista ufficiale: Giulio Bottone. Come allenatore della squadra seniores è assoldato da Bolobna Aldo Ceccato con a disposizione tra le solite: Costanza Buia, Sara Caniparoli, Elisa Carattieri, Raffaela Fontana, Francesca Landucci, Cristiana Manfredini, Barbara Perlini, Elena Veroni, Morgana Busi, Patrizia Gagliotta, barbara Rigon. Il gruppo di ragazze non regge il confronto con le forti squadre di C1 e retrocede nella serie inferiore.
Il 1988 oltre alla retrocessione registra un rinnovamento tra i dirigenti accompagnatori con l’ingresso di Giovanni Portioli.

Nel 1989 cambio della guardia alla presidenza: arriva presidente Tegoni Ivano, con vice il confermato Remo Costi e dirigenti Manzini e Sazzi. Nuovi gli allenatori, con l’accoppiata Rita Morelli e Guido Cavalli, nuovo anche lo sponsor, la Giglio. Avversarie nel campionato 1989: Sala Baganza, Ghirlandina Modena, Forlì, Redskins Imola, Alpha Sassuolo. La serie C reggiana si classifica al secondo posto al termine di una soddisfacente stagione, le nuove iscritte come atlete sono: Laura Giani, Cecilia Camorani, Seila e Sonia Cabelli, Giuliana Colognese, Barbara Cattani, Elisa Castagnetti,Chiara Ferretti, Gorini Glenda, Sabrina Rossi, Giorgia Maestri, Cinzia Notari, Alessandra Orlandini, Raffaella Pesenti, Erika Pierucci, Silvia Vecchi, Barbara Zuffi, Silvia Serenari, Verena Sezzi.
Nel 1990 il campionato di serie C si disputa con le squadre di Langhirano, Forlì, Sala Baganza, Ghirlandina, Sassomarconi, Pianoro, Cupramontana senza grandi successi; nuovo il dirigente accompagnatore Guatteri Filiberto, provano a dare il loro apporto alla dirigenza anche Spadoni Mimmo e Francesca Morelli, cominciano a giocare: Francesca Ferretti, Ida Maria Sora, Cristina Denti, Monia Berselli, Marina Bortolani, Roberta Morini, Cecilia Battilani, Roberta Cerlini, Silvia Di Meo.

story 04Il 1991 vede spegnersi l’entusiasmo di molte giocatrici che al termine della stagione decidono di ritirarsi dalla attività sportiva. Alcune giocatrici (Bonetti, Manfredini P., Mazzieri) approdano al Modena, ed altre (Manfredini C., Malagoli S.) sono reclutate dal Bologna per la disputa della serie A. Il risultato per il softball reggiano è lo scioglimento della Società Green Apples nel 1992, che produce lo stop dell’attività a Reggio Emilia per due anni.
Nel 1993 si riparte dalle giovani, alcuni appassionati dirigenti scoprono un gruppo di ragazzine avvicinatesi per caso alle giovanili del baseball, riorganizzano una squadra di softball appoggiata alla Società Reggio Baseball e la iscrivono al campionato di categoria Juniores; come allenatore un giovane: Giacomo Galeotti; le atlete: Elisa Alloro, Elisabetta Bedogni, Daniela Moretti, Roberta Morini, Cristina Morini, Elisabeth Nasi, Francesca Nironi, Simona Pergreffi, Monica Quintavalla, Giorgia Siligardi, Silvia Di Meo, Elena Castellani, Giulia Bonezzi.
Nel 1994 il softball reggiano si riaffaccia al campionat di serie C con l’allenatore Francesco Marchi, sponsor è l’Oleostar, la squadra è un insieme di atlete con esperienza e giovani: Francesca e Ippolita Lo, Rita Morelli, Cristiana Manfredini, Rita Villani, Barbara Perlini, Elena Meglioli, Isabella Caneva, Verusca Fornaciari, Elisa Geranzani, Silvia Incerti, Pamela Manfredini, Emanuel Mazzieria, Annie Milon, Barbara Rigon. Avversarie in campionato sono le ritrovate squadre: Casteldebole (Bo), Carpi, Ozzano Emilia, Collecchio, Parma, Cesena.
Nel 1995 si prosegue il lavoro dell’anno precedente con Guido Cavalli e Massimiliano Corrieri alla guida della serie C; all’appello mancano alcune giocatrici di esperienza che provano il campionato di B a Modena.

story 05Il 1996 è l’anno della definitiva rinascita del softball si costituisce una Società distinta da quella del baseball: la DREAM TEAM con la dirigenza diretta dalla neopresidente Maura Orlandini e composta da Norberto Quintavalla, Catia Bertolini, Alessandro Bergomi, Ginevra Santini. Alle giocatrici si aggiungono: Silvia Incerti, Chiara Bizzochi, Verusca Fornaciari, Lucia Calzolari, Isabella Caneva, Grazia Gargiulo, Elisa Geranzani, Daniela Campani, guidate dagli allenatori Guido Cavalli e Marco Gagliardi, la compagine vince il campionato e viene promossa in serie B dopo uno spareggio con lo Schio (Vicenza).
Il 1997 vede ritornare a Reggio giocatrici che erano “emigrate” a Modena e Bologna. Il campionato di serie B condotto dai confermati allenatori Cavalli e Gagliardi si manifesta durissimo, contro squadre blasonate quali: Cali Roma, S.C. Parma, Ghirlandina Modena, Pianoro (Bo), Casteldebole (Bo), Nettuno, Squirrel (BO). Ritorna a giocare la lanciatrice Cecilia Davoli per sostituire Cristiana Manfredini, e il ricevitore Annalisa Bigi, però la squadra risulta penultima nella classifica finale, perde ai play out. La retrocessione non affievolisce l’entusiasmo della Società: il gruppo di atlete si allarga, arrivano: Chiara Franco, Maura Castellani, Claudia Mosconi, Stefania Costi, Sara Radighieri, Sara Zannoni, Jenni Bertozzi, Veronica Bigliardi, Lara Villani, Stefania Ferrari.
Nel 1997 per la prima volta, la città di Reggio Emilia commemora la nascita della bandiera italiana con l’organizzazione delle prime “Olimpiadi del Tricolore” per le squadre giovanili, partecipanti al torneo organizzato dalla Dream Team, per la categoria juniores, sono Fort Worth Texas, la squadra di Reggio, la rappresentativa della Sicilia, ed il Langhirano; vince la manifestazione la Sicilia che si impone al secondo inning supplementare (9°) al Fort Worth Texas.
Il 1998 vede confermata la dirigenza ed i tecnici precedenti. A livello agonistico in serie C la rappresentativa reggiana si classifica al terzo posto. Nel 1999 la riconfermata la dirigenza decide di investire con un nuovo allenatore puntando al miglioramento tecnico: Aroldo Busato, di origini vicentine, coadiuvato da Gagliardi, Cavalli e Morelli. Il campionato si conclude con la partecipazione del Dream Team ai play off per la promozione in serie B, dove purtroppo perde la finale contro il Pianoro.
Le nuove giocatrici “arruolate” nel 1999 che si uniscono al Dream Team sono: Giulia Duranti, Claudia Sidoli, Monia Piermattei, Alice Rossi, Serena Davoli, Giulia Bonacini, Gloria Pellicelli, Anna Lari, Laura Sanna.Tra la dirigenza compare Massari Catia.

story 06Nell’anno 2000 il Dream Team iscrive per la prima volta una squadra al campionato Cadette. Arrivano così alcune giovanissime leve: Adu Appiah, Chiara Alimenti, Silvia Bertolini, Cristiana Buffagni, Elena Caleffi, Valentina Campani, Federica Cerri, Fabiana Costi, Marianna D’Aloia, Beatrice Del Rio, Viola Incerti, Alessia Iotti, Chiara Marini, Giulia Marini, Catia Marra, Andrea Montanari, Alessia Pivetti, Valentina Soranno, Eleonora Speroni. Arrivano anche dirigenti accompagnatori: Giorgio Montanari, Luca Crotti, Enrica Montanari, Parenti Caterina, Angela de Vecchi. La squadra di serie C conclude il campionato al secondo posto.
Nella stagione 2001 alcuni abbandoni spingono la dirigenza a cercare giocatrici d’esperienza in altre città: alla Dream Team si uniscono alcune ragazze di Carpi: Cinzia Del Bue, Serena Landini, Simona Marzi, Silvia e Giorgia Rondini, Mara Braghi, Silvia Auriemma. Arrivano anche nuove giovani: Laura Caselli e Mariagiulia, Pamela Conforti, Ilaria Barigazzi, Chiara Davoli, Mariagiulia Di Ganci, Anna Lanzi, Lucia Menozzi, Cecilia Ruozzi, Silvia Anceschi e Giulia Salsi; e le categorie giovanili divengono due: cadette e yuniores. Nell’estate 2001 si replicano le Olimpiadi del Tricolore, organizzata sempre per la categoria juniores, e la fortissima rappresentativa texana vince con impressionante facilità contro il Reggio, il Collecchio ed il Forlì. In serie C la Società riconferma i tecnici, e la stagione registra il ...... solito secondo posto in campionato ma anche la vittoria della Coppa Italia di serie C, per la prima volta questo trofeo viene portato a Reggio.
Il 2002 registra l’entrata nuova nelle giovanili della sola Maritza Stancati; positiva invece la prima convocazione per un ritiro della nazionale cadette di Montanari ed alla convocazione per un torneo delle regioni di Del Rio e Montanari nella categoria juniores, ove tra l’altro Montanari si distingue vincendo il premio come giocatrice più utile. La squadra della Serie C al termine del campionato si riconferma al secondo posto, guidata dai tecnici Gagliardi e Cavalli.
L’anno 2003 inizia malissimo: ci lascia Catia Massari, Eva per noi. Preziosa amica, collaboratrice insostituibile. Ha portato nella nostra associazione il sorriso, la professionalità, l’amicizia e la sincera e infinita gioia di dare agli altri. Sentiremo la mancanza della sua disponibilità, della sua capacitò di farci sentire bene e della sua immensa gioiosità. In campo con noi c’è sempre anche lei.

story 07Rimangono nella dirigenza: Maura Orlandini, quale presidente. Consiglieri: Catia Bertolini, Norberto Quintavalla, Rita Morelli, Annalisa Bigi, Ginevra Santini. Dirigenti accompagnatori: Giorgio Montanari, Maurizia Bonezzi, Francesco Marini, Enrica Montanari, Caterina Parenti. Elenco giocatrici: Lara Villani, Gloria Pellicelli, Verusca Fornaciari, Chiara Franco, Giorgia Rondini, Cinzia Del Bue, Claudia Sidoli, Simona Malagoli, Laura Caselli, Cecilia Ruozzi, Beatrice Del Rio, Andrea Montanari, Giulia Marini, Valentina Campani. Allenatori Guido Cavalli e Marco Gagliardi. Preparatore atletico: Giorgio Montanari. Si scontrano in serie C con Ares Milano, Codogno, Cernusco sul Naviglio, Bovisio Masciago, Sala Baganza, Collecchio, Lodi e si vince il campionato passando in serie B.

A livello giovanile nel 2003 è iscritta la categoria Juniores allenata da Morelli e Cavalli e con nuove giocatrici: Anna Lanzi, Lucia Menozzi, Ilaria Barigazzi, Agnese Bassi, Valentina Manici, Ilaria Bolondi, Giulia Morelli, Sara Bigi, Eleonora e Barbara Terenziani e Irene Fava.
Si continua la sperimentazione del prebaseball, a seguire i ragazzi/e sono: Rita Morelli, Francesca Morelli, Laura caselli e Annalisa Bigi. In campo ci sono maschi e femmine: Anna Spadoni, Elena Ferri, Luca Morelli, Ferruccio Fava, Francesca Caselli, Francesca e Martina Macchioni, Matteo Fabbi, Rosa Bacchiani, Silvia Morelli.Tra giochi di vario genere cominciano a imparare qualche regola di baseball e per la prima volta provano una partita indoor contro i piccoli del vicino Poviglio. A fine partita erano tutti convinti di aver vinto, l’importante obiettivo raggiunto è che si sono divertiti.

story 08Nel 2004 comincia l’esperienza in serie B. Come rinforzo alla categoria seniores arriva Chiara Cuoghi da Modena, prima base/lanciatore ma soprattutto buona mazza. Riconfermate oltre a tutte le giocatrici gli allenatori Cavalli e Gagliardi.
A livello giovanile viene iscritta la sola categoria Juniores .

Si pongono le basi per la squadra cadette con altre nuove iscrizioni: Maddalena Lanzi e Elena Piacentini e si conferma l’attività di prebaseball con qualche amichevole in più (con Poviglio - Crocetta - Collecchio) come rinforzo abbiamo: Giulia Costantino, Stefania Cattani, Cecilia Ferrari, Francesca Piacentini, Fabio Riccò Panciroli, Jacopo Barbieri, Pietro Del Rio, Alberto Anceschi, Alessio Valentino, Francesca Bucci, Marta Bigi, Angela Virginia Consolini. Gli allenatori delle giovanili vengono tutti riconfermati.
La politica della Società è quella di utilizzare le categorie giovanili come palestra per far crescere il più possibile le atlete reggiane.
Le attività per i nostri ragazzi si limitano ad un’ora la settimana, ma già qualcuno di loro, fra una partita di pallamano e un “lepri e cacciatori”, fa vedere dei veri fondamentali di baseball. A Settembre si registra la vittoria del Torneo “Coppa delle Regioni” con la squadra Juniores con qualche rinforzo di alcune giovani della serie B, in una bella finale contro il Bolobna 2000.
Il 2005; novità di inizio anno la giocatrice Andrea Silvia Montanari, dopo un ottimo campionato in serie B, viene ceduta in prestito alla squadra del Parma in serie A1 e disputa un ottimo campionato nel ruolo di esterno.
Il Reggio si iscrive al campionato di serie B sotto la guida di Francesco Marchi, proveniente dal campionato di baseball dove nel 2004 ha portato al Poviglio la promozione in A2. Suoi coach sono Cavalli e Quintavalla, pitching coach Morelli.
Alle atlete già presenti si uniscono: Teresa Brunetti, Faco Gabriela Beltrao, Michela Levi, Sara Ricciardi, Simona Tasco e torna Lara Villani, dopo un anno di pausa.
La conclusione del campionato è stata la vittoria del girone ma la sconfitta ai play off disputati a fine luglio contro il Pianoro con vittoria in gara 1 e sconfitta delle 2 gare successive. A livello giovanile: le categorie cadette e Juniores sono portate in campo da Morelli. Nuove/i iscritte/i sono: Giulia Villirillo, Marta Guatelli, Margherita Orlandini, Lucia Tubertini, Cecilia Buffagni, Francesca Perin, Margherita Agosti, Maddalena Reverberi, Davide Masetti, Federico Sirio, Igor Celpan, Marco Benassi.
La categoria Ragazze/i gestita da Annalisa Bigi e Laura Caselli finalmente si iscrive al campionato con, oltre ai ragazzi del prebaseball: Pamela Nizzoli, Francesco Bedogni, Giovanni Benassi, Luca Ganassi, Nicolò Zambelli.
Nel 2006 viene confermato lo staff tecnico e la rosa giocatrici dell’anno precedente. La squadra vince il suo girone ed i successivi play off contro il Casteldebole Bologna e Castelfranco Veneto e si guadagna la meritata A2.
A livello giovanile si è continuato a far esperienza a livello cadette con Morelli e con nuove giocatrici: Francesca Tabloni, Elena Cerioli, Marta Bonacci. La categoria Ragazze ha continuato ha fare esperienza sotto la guida di Bigi con altre giocatrici: Matilde Mazzali, Kimberly Sabra, Alice Buffagni, Teresa Burani.
La nostra atleta Andrea Montanari è rimasta in prestito a Parma in serie A1 ed è stata convocata in nazionale Juniores e Seniores. Ha disputato gli europei juniores in agosto a Collecchio, l’Italia ha vinto e lei si è dimostrata eccellente sia in difesa che in attacco con una media battuta del torneo di 580 e 2 fuoricampo, uno dei quali sul primo lancio della partita finale contro l’Olanda.
Subito dopo è partita con la nazionale Seniores per disputare i campionati mondiali in Cina.
La realizzazione dell’impianto sportivo
Fino al 1991 la squadra di softball reggiana si allenava nel parco di Villa al Poggio, e prendeva in prestito il campo di Villa Cadé per le partite ufficiali. Nel settembre del 1992 alcuni genitori di giovani giocatori di baseball decidono con l’aiuto della “Circoscrizione 6” di provare a costruire un campetto da softball in un’area sita lateralmente allo stadio cittadino, struttura importante creata in occasione dei Mondiali di Baseball svoltisi in Italia nel 1989. La collocazione del campo avrebbe avuto il vantaggio di poter utilizzare spogliatoi, bagni, uffici e magazzini del campo da baseball. Ottenuti i permessi di realizzazione del campo da softball e l’approvazione della “Circoscrizione 6”, è stato creato il campo in una delle sue aree. Ogni anno, dalla sua realizzazione, atlete, volontari, genitori, amici aiutano la manutenzione e le migliorie al campo e si attivano in iniziative di autofinanziamento per sostenere almeno in parte gli oneri derivanti dai lavori.
Nel 2003, dopo un lungo percorso per la ricerca di permessi e finanziamenti, grazie al comune, V circoscrizione, impresa edile Lanzano, Dream Team e ai soliti volontari “addetti ai lavori” si è costruito l’impianto di illuminazione necessrio soprattutto agli allenamenti delle seniores vincolate dagli orari di lavoro. Infine nel novembre 2006 si è realizzata la recinzione (grazie a Comune, VI Circoscrizione e gli “addetti ai lavori”) che protegge il campo da vandali notturni ed i passanti da palline volanti ai bordi del campo.
La presenza del campo da softball in città è una realtà importante: nei periodi di primavera-estate e autunno è fondamentale sia per le squadre di softball, che per le categorie giovanili di baseball, che per le squadre amatoriali (che vi giocano veri e propri tornei) che per le attività di promozione sportiva con scuole elementari - medie inferiori e superiori della Città.